Mission

Cagliari Transfer

Il traffico privato è destinato a soccombere.

I costi di gestione delle autovetture altissimi: “caro benzina”,  tassa di proprietà, assicurazione obbligatoria, tagliandi obbligatori ai fini della garanzia, parcheggi,  multe, incidenti, vandalismi, effrazioni varie.

Tanti sono i  motivi di  stress, legati principalmente al traffico caotico in città sempre più congestionate e sature di automobili che devono circolare in osservanza alle nuove norme che periodicamente vengono introdotte e delle quali l’utente ordinario spesso non è neppure a conoscenza.

Le spinte ambientaliste usano come bersaglio i veicoli a motore termico, che rilasciano tonnellate di CO2 e per spostarsi consumano più energia, in proporzione al peso, di qualunque altro essere vivente in natura.

In questo quadro le amministrazioni locali stanno adottando tutto quanto possono fare per agevolare il trasporto pubblico e il noleggio di autoveicoli ad uso privato ad alimentazione alternativa che possono sostare in aree a loro riservate.

Le imprese e le multinazionali si sono adeguate con il car-sharing e il noleggio a lungo termine per offrire alla società che ha bisogno di spostarsi veicoli sempre più moderni e rispettosi dell’ambiente.

In questo quadro Safe Journey rappresenta una soluzione alle esigenze di mobilità della Sardegna, dei sardi e dei loro ospiti, configurando un esempio di “trasporto pubblico non di linea”, in linea con quanto è stato detto finora.